15 consigli su come comportarsi in un colloquio di lavoro

Un colloquio di lavoro è solitamente uno dei momenti più decisivi nella vita dei professionisti che cercano un collocamento nel mercato. Nonostante sia visto da molti come un momento di tensione e nervosismo, il processo di selezione non dovrebbe essere visto come un “bug a sette teste”.

Sappi che è possibile, sì, fare bene in un’intervista. Solo concentrazione, impegno e, soprattutto, preparazione. Per aiutarti ad avere successo in questa fase professionale, abbiamo selezionato 15 potenti suggerimenti su come comportarti in un colloquio di lavoro:

1 – Mostra interesse
Dimostrare interesse per l’azienda e il posto vacante offerto è fondamentale per andare d’accordo in un’intervista. Per questo, preparatevi ad avere tutte le informazioni relative alla posizione offerta, l’organizzazione, i suoi prodotti e servizi, la sua storia, i valori, tra le altre informazioni che ritiene necessarie.

2 – Sii sincero
Questo è un altro suggerimento molto importante per i candidati che prenderanno parte in un processo di selezione: cercare di essere il più veritiero possibile e non inventare competenze che non hanno esperienze e professionisti che non hanno ottenuto. Trovarsi nel processo di selezione può farti del male in futuro, soprattutto se sei in una posizione in cui non sei adeguatamente qualificato per esercitare.

Ricorda che gli intervistatori hanno piena competenza per identificare quando sei sincero o meno. Quindi fai attenzione a non offuscare la tua immagine professionale e perdere una preziosa opportunità di lavoro.

3 – Sii puntuale
Essere puntuali dimostra interesse, responsabilità e impegno per l’organizzazione. Idealmente, dovresti arrivare con 15 minuti di anticipo e, se sei in ritardo per qualsiasi motivo, chiama e facci sapere. Non c’è niente di più spiacevole che aspettare qualcuno che non si presenterà.

Evita di arrivare molto prima dell’orario previsto, poiché puoi aspettare molto tempo. Ricorda che un colloquio non ha un momento specifico per iniziare e finire, varia da reclutatore a reclutatore.

4 – Attenzione ai vestiti
Anche se sei giovane e alla moda, è importante sapere che c’è il cosiddetto codice di abbigliamento di business, vale a dire un codice di abbigliamento che ti dice ciò che i professionisti dovrebbero usare o non usare nel loro lavoro. Ogni azienda ha il suo codice. Quindi, quando ti chiamano per un colloquio di lavoro, scegli i tuoi vestiti correttamente, cercando sempre di adattarli.

Per gli uomini (pantaloni, camicie sociali, scarpe), ad esempio, sono sempre assertivi. Per le donne (camicie sociali, senza scollature profonde o trasparenze, gonna alle ginocchia e non troppo incollato, pantaloni e scarpe poco appariscenti) sono buone richieste.

In alcuni casi, un pezzo di jeans: camis, camicia o pantaloni possono anche essere combinati con quelli più formali. Evita di indossare pantaloncini corti, gonne o bluse, berretti (perché coprono il tuo viso), un sacco di oggetti di scena e trucco forte e anche magliette sportive o da selezione. Oh, evita di usare ancora troppo profumo o anche profumi troppo forti.

È tutta una questione di buon senso e il profilo dell’azienda. Se è più formale e richiede anche abiti più formali, è importante informarsi in modo che nell’intervista si scelga l’abbigliamento giusto e si lasci una buona impressione.

5 – Informarsi sulla compagnia
Prima di andare al tuo primo colloquio di lavoro, guarda su Internet per informazioni sulla società. Visita il sito web dell’organizzazione, scoprire la sua storia, linea di business, prodotti e servizi e già ora andare a pensare a cosa è possibile aggiungere positivamente ad esso, in quanto ciò potrebbe essere una questione di vostra raccoglitrice.

6 – Pensa positivo e apprezza il tuo apprendimento
Nella nostra vita, tutto è un’opportunità di apprendimento e crescita. Con il tuo colloquio di lavoro non è diverso. Quindi cercate di pensare ad esso come la possibilità di incontrare il mercato del lavoro, per capire meglio come funzionano le cose, per sapere cosa si aspettano i candidati reclutatori, coaching per le interviste e per mostrare un po ‘di quello che hai imparato qui.

Quindi non sovraccaricare te stesso per non essere ancora così esperto, ricordalo e condividi le tue esperienze a scuola, nella chiesa, nel vicinato o anche nella tua famiglia. Sottolineare il loro apprendimento come membro di una squadra sportiva, la loro partecipazione a concorsi, Scuola Olimpiadi e gruppi di studio della chiesa, volontariato o le azioni a casa, come pagare le bollette delle famiglie e prendersi cura dei suoi fratelli, per esempio.

7 – Conosci i tuoi punti di forza e quelli che hanno bisogno di miglioramenti
In colloqui di lavoro, sono domande molto comuni come: “Quali sono le tue competenze chiave”, “Quali sono i tuoi difetti?”, “Come vedi professionalmente in futuro?”, “Dove si vuole essere in 5 o 10 anni “.

Per rispondere a queste domande in modo soddisfacente, è importante conoscere te stesso e sapere quali sono le tue principali capacità e talenti, nonché i punti deboli e ciò che può essere migliorato.

Prova a creare un elenco delle tue abilità e punti che ti servono

Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *